Marino Golinelli

“Art and science aren’t different and opposed worlds. On the contrary: from the interaction of these two worlds start the real man culture, the one most fruitful and advanced, the one that looks ahead not behind.”- Marino Golinelli.

“Arte e scienza non sono mondi separati né tanto meno in contrapposizione o distonici. Anzi: dall’interazione fra l’una e l’altra nasce la vera cultura dell’uomo, quella più proficua, quella più avanzata, quella che guarda avanti e non indietro”- Marino Golinelli.

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

The collector

Marino Golinelli is 95 years old and he is the founder of Alfa Sigma, pharmaceutical giant. Left his enterpriseto his sons, he founded Fondazione Golinelli in 1988. The foundation is intended to spread the scientific knowledge with activities apt for children and adults. In june 2015, he also founded Opificio Golinelli: an experimental lab with educational pursuit. In the Opificio, art is really important: there are many exhibtions that link art and science.

Il collezionista

Marino Golinelli ha oggi 95 anni ed è il fondatore di Alfa Sigma, colosso farmaceutico. Lasciata ai figli la guida della sua attività, si dedica dal 1988 alla Fondazione Golinelli. La Fondazione ha come obiettivo la difussione del sapere scientifico con attività adatte sia ai bambini che agli adulti. Nel giugno 2015, nasce l’Opificio Golinelli: un laboratorio sperimentale a fine didattico. All’interno dell’Opificio trova spazio anche l’arte: mostre di opere d’arte legate al tema della scienza si susseguono all’interno dell’Opificio.

Opificio: discover more/ scopri di più

The collection

Part of the collection of Marino Golinelli was exhibit, until 22nd of november, at MAMbo in Bologna: an exhibition, “Gradi di Libertà”, that gathers artworks of different artists oriented towards future and experimentation. His collection is composed by innovative artworks, as he says: ” I’m looking for artworks of young contemporary artists: I understand them, their philosophy, their approach to art, like Sissi, Laurina Paperina, Flavio Favelli, Jitish Kallat e Pascale Marthine Tayou. In their artworks they are witness and interpreter of a society that changes everyday, of a culture that evolves, of the feeling  of living in a global world, of a future that is coming or leaving in the basis of how we face it”.

La collezione

Parte della collezione di Marino Golinelli è stata visibile, fino al 22 novembre, all’interno del MAMbo di Bologna: una mostra dal titolo “Gradi di Libertà” raccoglieva opere di artisti contemporanei orientati verso il futuro e la sperimentazione. La sua collezione è formata da opere innovative e sperimentali, come lui stesso afferma: “Quelle che soprattutto io cerco e voglio sono le opere degli artisti giovani e “ricercatori”, quelli di cui io, nonostante la mia età, condivido maggiormente la filosofia e l’approccio artistico: quelli come Sissi, Laurina Paperina, Flavio Favelli, Jitish Kallat e Pascale Marthine Tayou, per citarne solo alcuni, che nelle loro opere si fanno interpreti e testimoni di una società che cambia, di una cultura che si evolve, del sentimento di vivere in un mondo globale, di un futuro che si avvicina o si allontana secondo il modo in cui noi lo affrontiamo”.

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

 

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

Marino Golinelli- www.ilgiornaledellarte.com

For further informations

www.fondazionegolinelli.it

Per maggiori informazioni

www.fondazionegolinelli.it